dal mercato
June 3, 2021

Recovery Fund, opportunità per innovazione e sostenibilità

Il Recovery Fund rappresenta un’occasione unica per il rilancio dell’economia italiana, che grazie agli oltre 200 miliardi di euro messi a disposizione dall’UE ha l’opportunità di tornare a crescere, oltre a consentire importanti investimenti su innovazione e sostenibilità. Perché queste risorse possano dare i frutti sperati però sarà sempre più necessario cooperare e puntare sulle alleanze.


Investire in innovazione

Il primo obiettivo delle linee guida del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza del Governo è quello di creare un Paese più moderno, grazie ad investimenti in Ricerca & Sviluppo e ad una strategia nazionale che consenta l’implementazione del trasferimento tecnologico tra Università, Centri di Ricerca e Imprese: in particolare, si vuole andare a sostenere le PMI ad alto potenziale, permettendo loro di fare investimenti in innovazione che altrimenti da sole difficilmente riuscirebbero a concretizzare.


Centrale anche il tema della digitalizzazione. La modernizzazione del Paese non può prescindere da un’adeguata alfabetizzazione e fruizione digitale, per le persone così come nelle aziende e nella Pubblica Amministrazione, da concretizzarsi attraverso investimenti in infrastrutture adeguate e nell’aggiornamento delle competenze digitali per tutta la popolazione.


La spinta verso una maggiore sostenibilità

Non solo un paese più moderno, ma anche più sostenibile. La crescita economica dei prossimi anni dovrà conciliarsi con una maggiore sostenibilità. Grazie alle innovazioni tecnologiche e alle nuove policy comunitarie, la sostenibilità sarà sempre più strategica per le aziende e potrà contribuire al rilancio economico di tutta l’Europa.


Per questo motivo il PNRR prevede di destinare parte delle risorse messe a disposizione dall’Ue per ammodernamento e messa in sicurezza delle infrastrutture già esistenti e implementazione della produzione di energia green, con l’obiettivo di andare ad aumentare l’efficienza energetica nazionale, puntando alla decarbonizzazione.


L’importanza delle alleanze

Le risorse e le opportunità ci sono dunque, serve solo adottare il giusto atteggiamento per riuscire a sfruttarle al meglio. Le imprese italiane dovranno rivedere la loro politica delle alleanze strategiche su tutti i fronti dello sviluppo aziendale: dalle vendite per nuovi mercati e canali, alle alleanze nei processi R&D, ai nuovi bisogni della supply chain, fino ai finanziamenti ISG. Nei prossimi anni le alleanze costituiranno il vero volano della ripresa. In un momento così difficile per l’economia italiana diventa di importanza strategica per le imprese in affanno trovare il modo di fare fronte comune condividendo strumenti, idee ed esperienza necessarie per rinnovarsi, innovare e tornare ad avere quella stabilità che consenta di guardare con ottimismo al futuro.